Verona-Fiorentina 0-2 su www.sportscaligero.it
 
 
 
 
 
I SITI UFFICIALI DELLE SQUADRE
Vai al sito ufficiale dell'AC Chievo Vai al sito ufficiale dell'Hellas Verona Vai al sito ufficiale della Marmi Lanza Volley Vai al sito ufficiale dell'Handball Dossobuono
Google
 
Home page di www.sportscaligero.it
 
 
 
invia una e-mail a SportScaligero Invia una e-mail
 
 
Vai al sito www.fraccaroli.it
 
Campionato italiano di calcio di Serie A TIM - 10a giornata di andata 28 ottobre 2015
Home campionato Hellas Verona
H. VERONA - FIORENTINA 0 - 2
 
VERONA (4-3-3): Gollini; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Ionita (18’ st Siligardi), Matuzalem (38’ st Checchin), Greco; Jankovic, Gomez, Sala (24’ st Zaccagni). A disposizione: Rafael, Coppola, Helander, Bianchetti, Speri, Riccardi, Badan, Winck, Guglielmelli, Checchin. Allenatore: Mandorlini.
 
 
FIORENTINA (4-3-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori (34’ st Tomovic), Pasqual; Vecino, Valero; Kalinic, Ilicic, Blaszczykowski (6’ st Bernardeschi); Rossi (14’ st Badelj). A disposizione: Lezzerini, Sepe, Rebic, Fernandez, Suarez, Verdù, Babacar . Allenatore: Sousa.
 
  Arbitro: Valeri di Roma.  
  Reti: 25’ Marquez (autorete), 57’ Kalinic.  
 
Note: Angoli 4-6 per la Fiorentina. Ammoniti: Pisano, Greco, Valero, Moras, Rossi, Gomez, Souprayen. Espulso: nessuno. Spettatori: 17.000 circa.
 
 
Greco Gomez
servizio fotografico di Alberto Fraccaroli

da www.iamcalcio.it

Che dire. Difficile trovare parole per commentare una gara del genere. Il Verona esce dal Bentegodi ancora sconfitto. La Fiorentina espugna il Bentegodi, lo fa in scioltezza, si porta a casa i tre punti e rimane al secondo posto in classifica. La Fiorentina vince facile, il Verona ancora una volta alza bandiera bianca. Gialloblù rimasti in gara per soli venti minuti, poi la debacle. Ne approfitta la Fiorentina che con il minimo sforzo porta a casa il massimo risultato. Se ci mettiamo gli ennesimi errori gialloblù, per i viola è ancora tutto più facile. Un Verona che, come detto, regge i primi 20 minuti del primo tempo, poi alla prima avanzata ospite il disastro che spiana la strana alla Fiorentina. Gollini e Rafa Marquez non si capiscono, palla che rotola sul messicano e termina in rete. Il Verona prova a reagire, e lo fa con Jankovic in mezza rovesciata, ma Tatarusanu vola e spazza il pericolo. Nella ripresa non cambia nulla, anzi. Tutti si aspettavano un altro Verona, più determinato, più grintoso, ed invece è sempre la Fiorentina a fare la gara, assoluta padrona del campo. Ed il gol del raddoppio di Kalinic ne è la dimostrazione. Rossi si infila tra le maglie gialloblù, tocco al centro per Kalinic che tutto solo mette alle spalle di Gollini. Per il Verona è la fine. La Fiorentina si siede e attende, controlla ma non subisce. La partita scivola via così fino al novantesimo. Vince la Fiorentina, Il Verona sprofonda ancora. Domenica si va a Carpi. Occasione buona per voltare pagina, per tirare fuori gli attributi e tornare a vincere.

Gollini Matuzalem Pisano
Mandorlini Gollini Ionita Gomez