I SITI UFFICIALI DELLE SQUADRE
Vai al sito ufficiale dell'AC Chievo Vai al sito ufficiale dell'Hellas Verona Vai al sito ufficiale della Marmi Lanza Volley Vai al sito ufficiale dell'Handball Dossobuono
Google
 
Home page di www.sportscaligero.it
 
 
 
invia una e-mail a SportScaligero Invia una e-mail
 
 
Vai al sito www.fraccaroli.it
 
Campionato italiano di calcio di Serie A TIM - 11a giornata di ritorno 20 marzo 2016
Home campionato Hellas Verona
HELLAS VERONA - CARPI 1 - 2
 
VERONA (4-4-2): Gollini; Pisano, Moras, Helander, Fares; Wszolek, Marrone (dal 25' st J. Gomez), Ionita, Siligardi  (dal 1' st Viviani); Toni, Pazzini (dal 1' st Rebic). (Coppola, Marcone, Samir, Jankovic, Gilberto, Furman, Greco, Bianchetti, Emanuelson). Allenatore: Delneri.
 
 
CARPI (4-4-1-1): Belec; Suagher, Romagnoli, Gagliolo, Poli; Pasciuti (dal 36' st Letizia), Bianco, Cofie, Di Gaudio; Lollo (dal 8' st Crimi); Mbakogu (dal 19' st Lasagna). (Colombi, Sabelli, Zaccardo, Porcari, Verdi, Mancosu, Daprelà). Allenatore: Castori.
 
  Arbitro: Russo di Nola.  
  Reti: 42' Di Gaudio, 64' Ionita, 67' Lasagna.  
 
Note: Angoli 4-2 per il Verona. Ammoniti: Riva, Pisano, Suagher, Poli. Espulso: Rebic. Spettatori: 16.000 circa.
 
 
Wszolek Viviani
servizio fotografico di Alberto Fraccaroli

da www.iamcalcio.it

E’ finita. Ormai lo possiamo dire. Inutile girarci tanto intorno, inutile credere ancora nell’impossibile, ma le speranze gialloblù sembrano essersi davvero spente. L’Hellas Verona perde la gara decisiva in casa con il Carpi, e mette un piede in serie B. Brutto da dire, ma la realtà dei fatti è questa. La matematica non c’è ancora, vero anche questo, ma la sconfitta di oggi non lascia buone speranze di salvezza. Un Verona che esce tra i fischi del Bentegodi, a testa bassa e braccia alzate in cielo a chiedere “perdono” ai loro tifosi. Contro il Carpi il Verona doveva giocare la partita della vita, ed invece tutto è andato a favore degli ospiti. Un Carpi che scende in campo senza paura, volenteroso di portarsi a casa i tre punti. E lo fa vedere dalle prime battute di gioco, con la traversa colpita da Bianco. Poco dopo è l’Hellas a gridare al gol con Toni fermato da Belec, ma è nuovamente il Carpi a macinare gioco e rendersi pericoloso, prima con Di Gaudio e successivamente con Mbakogu. L’Hellas fatica, il Carpi gioca con facilità e scioltezza, ed al 41’ passa in vantaggio. Bella giocata di Di Gaudio che mette a sedere due uomini gialloblù, entra in area e con un perfetto tiro a giro infila Gollini sul palo più lontano. Nella ripresa il Verona sembra aver cambiato marcia. Gialloblù più combattivi, meno timorosi. Pisano ci prova al 5’, Ionita al 15’, e al 18’ il forcing dei padroni di casa viene premiato. Calcio dalla bandierina di Viviani, Belec va a vuoto, Ionita di testa insacca. La gioia gialloblù dura però troppo poco. E tre minuti più tardi il Carpi torna nuovamente in vantaggio con la magistrale punizione di Lasagna. Un gol che taglia le gambe agli uomini di Delneri, un gol che manda il Verona sempre più verso la serie B. Un gol che, oggi come oggi, regala la salvezza al Carpi.

Toni Toni Fares Fares
Pisano Toni Delneri Wszolek